halloween makeup festa organizzata

Halloween makeup, un viaggio tra origini e tradizioni di questa festa

Durante la notte più terrificante, un impeccabile Halloween makeup è quasi d’obbligo. Ma conoscete la vera storia di Halloween?

Un articolo un po’ insolito per il mio blog, è vero, ma ormai lo sapete, sono una curiosa per natura e amo andare a fondo nelle cose, per scoprirne la vera essenza e aggiungere un tocco di passione in più alle mie creazioni.

Mi sto preparando per gli Halloween makeup di grandi e piccini, come vi ho scritto nei miei ultimi articoli, ma ho pensato di condividere con voi queste piccole curiosità che ho scovato durante le mie ricerche.

Seguitemi tra boschi popolati da Celti, zucche cave e lanterne! Scopriremo insieme quali sono le antiche origini, la storia e le tradizioni legate ad Halloween.

L’antica tradizione da cui deriva l'Halloween makeup

Una curiosità questa che potrebbe finire nella rubrica di un noto periodico di enigmi “Forse non tutti sanno che…”; sì perché davvero forse non tutti sanno che le origini di Halloween non provengono dagli Stati Uniti.

Questa festa dalle origini antichissime fonda le sue radici in Irlanda all’epoca del dominio dei Celti, un popolo di pastori che era dedito alla pastorizia e i cui ritmi di vita erano scanditi da quelli del bestiame.

I pastori Celti, al termine della stagione estiva, portavano infatti le greggi a valle per prepararsi all’arrivo del nuovo anno che iniziava con il termine della stagione calda, quando le tenebre scendevano presto e il mondo appariva avvolto da un’atmosfera sinistra.

Con il sopraggiungere dal freddo le popolazioni celtiche si ritiravano al riparo per mesi nelle case e si radunavano davanti ai fuochi a trascorrere le loro serate a suon di racconti, di storie misteriose e leggende.

Samhain, dal gaelico samhuin -summer’s end, ovvero fine dell’estate– è il nome attribuito al momento che scandiva il termine del vecchio anno e il passaggio al nuovo.

In questa particolare ricorrenza venivano celebrati grandi e lunghi festeggiamenti in onore degli Dei e della loro generosità per la stagione appena passata.

Per esorcizzare l’arrivo dell’inverno e scongiurare tutte le possibili difficoltà che potevano sopraggiungere con esso, inoltre, era indispensabile la benevolenza degli dei e diveniva quindi era necessario unire le forze e le energie di tutti e incanalarle in riti propiziatori verso di essi

Il tema centrale della festa era la morte, in sintonia con ciò che accadeva alla natura quando durante l’inverno tutto sembra immobile e inerte anche se solo in apparenza. Durante la stagione fredda, infatti, la natura si rinnova e sotto terra avviene il miracolo della rigenerazione.

Tradizione vuole che, proprio sotto terra, riposino i defunti per questo, va da sé, la probabile associazione al culto dei morti.

La tradizione dei travestimenti e degli Halloween makeup

La storia diffusa tra i Celti narra che, durante il passaggio tra il vecchio e il nuovo anno, identificato con il 31 ottobre, Samhain richiamasse gli spiriti dei defunti che vivevano in un luogo di eterna felicità e giovinezza e che questi si unissero in modo temporaneo al mondo dei vivi.

Questi spiriti erranti vagavano indisturbati sulla Terra e, il 31 ottobre, diventava un mix tra le celebrazioni festose del nuovo anno in arrivo e la paura della morte.

I Celti radunatisi nei boschi attorno al Fuoco Sacro indossavano maschere grottesche per spaventare gli spiriti, compivano sacrifici animali per poi vestirsi delle loro pelli e, di ritorno ai villaggi, utilizzavano lanterne ricavate da cipolle intagliate nelle quali riponevano le braci del Fuoco Sacro a illuminare la strada.

Con il tempo in Irlanda si diffuse l’usanza di lasciare torce e fiaccole fuori dalla porta di casa insieme a cibo per gli spiriti dei defunti che sarebbero sopraggiunti nella notte affinché, rifocillati, non facessero scherzi agli esseri umani. Ed è proprio da qui che nasce il tormentone “Dolcetto o scherzetto

La carestia che colpì l’Irlanda attorno alla metà del XIX secolo costrinse gli irlandesi a tentar la fortuna negli Stati Uniti dove esportarono le loro culture e tradizioni e, tra queste, proprio Halloween, celebrata il 31 ottobre di ogni anno.

L’usanza ben presto prese piede tra il popolo americano e diventò quasi festa nazionale. In seguito, grazie ai mezzi di comunicazione quali il cinema e la televisione, si è diffusa in modo capillare in tutto il mondo, fino a coinvolgere anche quella fetta di paesi europei ancora estranei a questa festa.

Con il tempo Halloween ha perso il suo valore religioso e rituale e, di queste antiche tradizioni, rimane soltanto la parte divertente. Ogni anno, vengono organizzati party a tema durante in quali i partecipanti amano travestirsi e realizzare tanto spettacolari quanto inquietanti Halloween makeup.

Da dove deriva il nome Halloween e qual è l’origine della storia di Jack O’ Lantern

Halloween deriva dalla forma contratta di All Hallows’ Eve -Hallow E’en in irlandese-dove, la parola Hallow, in inglese arcaico significa Santo, che tradotto diventa: vigilia di tutti i Santi.

Il personaggio da cui deriva la classica zucca di Halloween, simbolo emblema di questa festa, è Jack-o’-Lantern

Siamo sempre in Irlanda dove la leggenda narra che Jack, un avaro fabbro irlandese che visse in modo sregolato e da gran peccatore, riuscì più volte a ingannare il diavolo durante la sua vita.

Quando morì venne rifiutato sia dal Paradiso, a causa della sua vita condotta in modo dissoluto, che dall’Inferno dove, il demonio, più volte ingannato, non volle sapere di lasciarlo accedere.

Il suo fantasma fu così costretto a vagare in eterno nel mondo dei vivi ma, come ultimo dono, il diavolo regalò a Jack una fiamma eterna dell’Inferno che andò a posizionare all’interno di una rapa.

Nella notte di Halloween si racconta che Jack vagasse per le case in cerca di un rifugio e, gli abitanti erano soliti appendere una rapa illuminata fuori dalle porte per indicargli che lì non c’era posto per lui.

Quando in seguito l’usanza fu esportata negli Stati Uniti le rape furono sostituite dalle classiche zucche, molto più semplici da reperire in quei territori.

Una festa che nasce in tempi antichissimi e che ha cambiato la sua forma lungo i secoli, per arrivare a noi carica di simboli, tradizioni ed emulazioni di riti che, tutt’ora, seppur trasformati rispetto alla loro origine, rimangono avvolti da un alone di mistero e inquietudine.

Per me è un’occasione durante la quale posso lasciare libera la mia creatività e realizzare Halloween makeup d’effetto ispirandomi ai tempi che furono.

Se anche tu vuoi un Halloween makeup da urlo, seguimi sui miei canali social Instagram e Facebook e scrivimi per avere una creazione personalizzata.

Alcuni esempi di Halloween makeup

Potrebbe interessarti

Se vuoi maggiori informazioni scrivimi una e-mail, sarò felice di aiutarti.

Contattami qui se vuoi un rapido consiglio o una consulenza gratuita